Post

Cristo nostra Vita

Immagine
Portiamo sulla pelle i segni dell'Iniquità, corriamo a perdifiato verso l'aurora, cantiamo l'Amore che ci ha travolto. Siamo quelli che, nonostante le tenebre, confidano in Cristo. Foto: Pixabay

Fede o marketing?

Immagine
Piani, obiettivi, programmazione, sono termini e contenuti del marketing, non della fede. E la sostanza non cambia anche con l'aggiunta di "pastorali/e". Ascolto, relazione, servizio, invece, sono termini e contenuti della fede. Già nel 2013 Papa Francesco, in Evangelii Gaudium, ha invitato la Chiesa ad uscire da se stessa e a raggiungere l'umanità sofferente. Ma è nota la capacità delle strutture di assorbire le sollecitazioni senza modificare di una virgola la prassi. Eppure il cambiamento arriverà. Inesorabile. E sarà prodotto dalla storia. Nessuno, infatti, può fermare lo Spirito che in essa agisce. Foto: Pixabay

Il sorriso di Marianeve rinasce ogni giorno nei bambini dell'Etiopia

Immagine
Grazie Elisa Cacelli (mamma di Marianeve) per aver testimoniato che la vita non viene tolta, ma trasformata, e che per questo, il sorriso di Marianeve può rinascere ogni giorno nei bambini dell'Etiopia. Pagina Facebook "A Marianeve"👉  qui Progetto "Il sorriso di Marianeve" 👉  qui  👉  qui Blog: 👉  qui Profilo Fb di Elisa Cacelli 👉  qui

Guardate a lui e sarete raggianti (Salmo 34,6)

Immagine
Cerca la sorgente dell'acqua che ti disseta veramente, chiedi il nome di chi solleva la sbarra dalle tue spalle, prendi informazioni su chi accende, in te, il fuoco dell'amore, poi, interpella il Custode della tua anima che attende nel silenzio, e, così, sommando i risultati potrai pronunciare l'unica parola che conta: Dio. Foto originale: Pexels

Disegneremo arcobaleni

Immagine
Possono deriderci, mettere i bastoni tra le ruote, considerarci folli. Non sanno che ci attende una Parola d'Amore mai sussurrata prima. Non sanno  che stiamo attraversando il deserto che separa il nulla dal Tutto, l'angoscia del finito dalla gioia piena dell'Infinito. Non sanno che noi, in Cielo, disegneremo arcobaleni. Foto originale: Pexels

Il mistero dell'incarnazione

Immagine
Prendi i colori, dipingi un sole sopra le tue ombre e avrai rappresentato il mistero dell'incarnazione. Foto: Pexels

Lasciati amare

Immagine
"Lasciati amare" è l'eco di Dio che riverbera, per te,  fin dalla fondazione del mondo. Se, per un attimo, interrompi il già fatto, e il già detto, se, invece, di andare lontano o in alto, scendi nelle profondità, potrai ascoltarla. E rispondere. Infatti l'Infinito non si lascia fermare dal tuo limite, né la Misericordia si lascia scoraggiare dalla tua inconsistenza, ma l'Amore vuole prima chiedere il consenso alla tua libertà. Foto: Pexels

Come potrebbe avere limiti la mia fiducia? (Santa Teresa di Gesù Bambino, MsB 5v°)

Immagine
Noi, che camminiamo nella piccola via, presi per mano da S. Teresa, ci ricordiamo sempre che veniamo dal nulla e che riceviamo tutto in dono. Così, all'alba del nuovo giorno, ci presenteremo senza aver realizzato obiettivi, con tutti i parametri del mondo in negativo e con la stessa inutilità di una poesia, di un fiore, di un sorriso. Porteremo dietro solo la gratitudine  per essere stati raggiunti dall'Amore crocifisso, e il coraggio di credere che il Signore ci meraviglierà colmando ogni vuoto. « Come potrebbe avere limiti la mia fiducia ?» (Santa Teresa di Gesù Bambino, MsB 5v°, Opere complete. Scritti e ultime parole, Libreria Editrice Vaticana-Edizioni OCD, Roma 1997, p. 228) Foto a sinistra qui Foto a destra Pixabay

Cristo manifesta all'uomo la sua altissima vocazione (Gs 22)

Immagine
Non credere a chi afferma di conoscersi perfettamente. Infatti i casi sono due: o non si pone le domande giuste, o sono sbagliate le risposte. Siamo mistero a noi stessi: questa è la verità. Con la ragione e con tutte le scienze umane non arriviamo a comprendere chi siamo. Abbiamo bisogno che Qualcuno ce lo riveli. Non qualcosa, ma Qualcuno. Spesso cerchiamo la definizione della nostra identità nei titoli di studio, nel CV, nella professione e così, davanti agli eventi drammatici della vita, ci ritroviamo a brancolare nel buio. Infatti confondiamo quello che facciamo con quello che siamo. La Scrittura ci viene in soccorso. In Geremia 1,5 troviamo: " Prima di formarti  nel grembo materno, ti conoscevo " nel Salmo 139,13: "Sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre ". Ma anche Gaudium et Spes 22 ci aiuta: " In realtà solamente nel mistero del Verbo incarnato trova vera luce il mistero dell'uomo. [...] [Cristo] rivelando il mis

Dio conosce tutti gli abissi e sa come farci uscire

Immagine
Ti ringrazio, Signore, perché attraverso la mia vita imperfetta, mi hai insegnato a riconoscere la tua presenza nelle altre vite imperfette, e a non mettermi in alto o davanti, ma a camminare accanto. Solo accanto. Foto: Pexels