Don Pino Puglisi: il sorriso

Era un sacerdote e non organizzava processioni con inchini in omaggio al boss di turno. Ha scelto Dio non mammona, il Vangelo non la compatibilità con le logiche di morte. La mafia la chiamava per nome. Era un profeta, che non significa eroe. Non ha taciuto davanti all'ingiustizia ed ha camminato con il suo popolo portando la sbarra che grava sulle spalle degli oppressi. Chi si schiera con gli ultimi rischia la vita. Da sempre è così, o almeno da Gesù in poi. Don Pino lo sapeva, per questo ha potuto sorridere ai suoi assassini(*).

(*) "Nessun uomo è lontano dal Signore. Il Signore ama la libertà, non impone il suo amore. Non forza il cuore di nessuno di noi. Ogni cuore ha i suoi tempi, che neppure noi riusciamo a comprendere. Lui bussa e sta alla porta. Quando il cuore è pronto si aprirà".

"Ognuno di noi sente dentro di sé una inclinazione, un carisma. Un progetto che rende ogni uomo unico e irripetibile. Questa chiamata, questa vocazione è il segno dello Spirito Santo in noi. Solo ascoltare questa voce può dare senso alla nostra vita".

(Citazioni tratte da scritti e interventi di padre Pino Puglisi).