Emmanuele: Dio con noi

Dio si identifica con i poveri
I cristiani come possono tenersi lontano da loro?

Incontrare qualcuno che porta in sé Gesù riempie di gioia, come Elisabetta nel vedere Maria. Perché allora tenersi lontani dai poveri? Perché fare di tutto per evitare la loro scomoda presenza? Gesù è in loro. Testimoniare la compassione del Padre per poter dire anche noi ad ognuno di loro: beato tu che hai creduto alle parole del Dio dello straniero, dell'orfano e della vedova.

Vangelo Luca 1,39-45.

«In quei giorni, Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore».