Frasi fatte su Dio


Possiamo provare l’esistenza di Dio?
Molte delle cose che si dicono su Dio non sono vere. Si tratta di interpretazioni personali o di dottrine diventate tradizioni per motivi storici  e/o culturali. Di certo, ossia di evidente, non abbiamo nulla. Dio ha scelto di rivelarsi attraverso segni non prove.

Ragione o intuizione nell'esperienza di Dio?
Ecco perché ci dobbiamo muovere, in prima battuta, nel campo della speranza e non della conoscenza razionale. Si può intuire (spiritualmente) e poi elaborare con la ragione ma non viceversa. Siamo di fronte a Qualcuno che ha fatto delle scelte e che ha delle priorità non immediatamente comprensibili secondo la nostra logica. Ad esempio dobbiamo accettare che la sua Provvidenza agisca sottotraccia, che la sua predilezione per i gli oppressi si manifesti in modo umanamente impercettibile e che i collaboratori del suo Regno siano sempre sconfitti, ridicolizzati, spesso eliminati. Dobbiamo accogliere il suo mistero che a tratti può sembrare ostinata assenza. Dobbiamo accettare il suo silenzio che in alcuni momenti può condurci alla disperazione. Dobbiamo fidarci senza comprendere. Le quattro frasette di circostanza ripetute compulsivamente da chi si atteggia a professionista del sacro non aiutano. Aggiungono solo fastidio al buio in cui ogni uomo si trova.