Morto di legalità

La bandiera del Senegal in ricordo di Nian Maguette morto a Roma
Chissà da giovane quante volte hai corso per scappare.
Ma era un gioco. Un amico che ti rincorreva su un campo di calcio.
O uno scherzo. La tua ragazza alla quale avevi fatto un dispetto.
Oggi sei caduto: ma non era né un gioco né uno scherzo.
C’era da applicare una legge. C’erano gli uomini in divisa.
Non ti sei più rialzato. Chi glielo dice adesso a Dio?
È rimasta una chiazza di sangue sull'asfalto. E così finalmente tutti hanno potuto constatare che non eri un abusivo ma un uomo*.

*Dedicato a Nian Maguette, 53 anni, persona umana.