Ilaria Alpi: l’attesa

Tu hai ritrovato tua madre,
noi l’abbiamo persa.
Tu di nuovo insieme a lei,
noi adesso ancora più soli.

Qui si continua a camminare nella nebbia
in cerca di due parole
che non si ha il coraggio di scrivere:
armi e rifiuti.

Attendiamo la verità
ma non stiamo né fermi né in silenzio
la voce della coscienza, infatti,
nessuno la può spegnere.

(Dedicato a Giorgio e Luciana, genitori di Ilaria Alpi)