Preghiera del discepolo

Fa’, o Signore, 
che io non ottenga mai una posizione sociale, un riconoscimento, una funzione; 
che io non diventi mai competente, esperto, intenditore; 
che io non abbia titoli per parlare o reputazione per essere ascoltato; 
che io sia deriso, accantonato, travisato; 
che io sia scartato dalle strutture, disprezzato dalle gerarchie, rigettato dal Sistema; 
che io sia eliminato da tutte le competizioni; 
che io non risulti idoneo a qualsiasi obbedienza di tipo militare; 
che io non provi soddisfazione in nessuna cosa inventata dal mondo; 
che io abbia la forza di resistere ai compromessi imposti dal Capitale, agli idoli borghesi, alle logiche del denaro. 
Ed, infine, fa’, o Signore, che io ti segua spogliandomi delle maschere indossate o subite, svuotandomi dell’indifferenza assorbita o dimostrata e scegliendo il luogo che hai scelto per te: la sconfitta. Lì, finalmente, con la distruzione dell’orgoglio e dell’autosufficienza, nulla più ci dividerà.

Commenti

  1. Più che un Amen! mi sgorga un Wow!

    RispondiElimina
  2. Si, è una vera preghiera cristiana, e vero, nella sconfitta e l'annullamento dell'Io, l'uomo si avvicina a dio e Dio si avvicina all'uomo, Dio ha a cuore i suoi figli più deboli, esposti, derisi, emarginati, rifiutati anche dalla loro madre. Grande è la consolazione che Lui riserva a questi figli suoi, posso portare la mia esperienza a conferma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra, condividiamo in pieno il tuo pensiero!

      Elimina
  3. L'ho ribloggata su WordPress, se ci sono problemi, la cancello.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore JeGrace! Molto bello il tuo blog! Un caro saluto

      Elimina
  4. aderisco totalmente a questa preghiera cristiana e ringrazio col cuore! Signore, tu lo sai, non indifferenza, questo no. ma scelgo sconfitta e non scendo dalla croce. resisto pensando che Tu non sei sceso e avresti potuto. resisto pensando che sei con me e sei sconfitto. se sono in errore, me lo farai comprendere. ma non comprendere, soffierai con voce sottile e ti sentirò.. è una preghiera, te lo chiedo, Signore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta per questa bellissima preghiera 🙏

      Elimina

Posta un commento

Altre informazioni su Privacy Policy e Cookie a piè di pagina.