Il pellegrino e l’eremita: la via scelta da Dio

«Quanto il cielo sovrasta la terra, tanto le mie vie sovrastano le vostre vie, i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri» (Isaia 55, 9)
Un pellegrino si recò da un eremita per ricevere un consiglio spirituale. L’eremita lo accolse senza uscire dal silenzio. Dopo un po’ di tempo, guardò con simpatia il pellegrino e, congedandolo, gli raccomandò di tornare dopo un anno.
Arrivato il momento concordato per l’appuntamento, il pellegrino ritornò, entusiasta, al rifugio dell’eremita. Giunto sul posto, trovò un uomo che lo attendeva. «So chi sei! –gli disse- La persona che cerchi è in cielo, ormai da due mesi. Ha lasciato questo biglietto per te».
Il pellegrino, sorpreso e commosso, prese la busta e corse lontano. Così, nel mormorio di un vento leggero (1), poté leggere queste parole:
«Se vuoi incontrare Dio percorri la strada dei calpestati e dei derisi».

(1) Cfr. 1Re 19, 1-18

Foto: Pixabay

Commenti