Beata Sandra Sabattini: amare i poveri con l'amore di Cristo

"Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli" (Matteo 11,25)
Ha camminato veloce, Sandra,
verso il Signore.

Con un grande sogno:
farsi dono.

E diventare un campo di girasoli
per chi cerca ispirazione,
un abbraccio sincero
per chi cerca sollievo,
pane condiviso
per chi cerca giustizia.

Ha dato un nome
alle iniquità su cui ruota
il sistema capitalistico.

Ha scelto l'esistenza degli sconfitti,
il destino dei rifiutati.
Non si è rifugiata
nei nascondigli del benessere.

La sua fede è un esempio:
preghiera come ascolto,
compassione come risposta ad un Amore
ricevuto.

Se desideriamo un'esperienza spirituale
possiamo leggere i suoi scritti.
Se cerchiamo una profezia
possiamo osservare le sue scelte
e proseguire il suo impegno.

Grazie Signore per i segni
che poni sul nostro cammino.

Grazie Signore
perché rinnovi e scuoti la Chiesa attraverso i piccoli.

Ora, con l'aiuto di Sandra, non resta che agire affinché arrivi la primavera.
...................................................

Breve biografia > qui
...................................................

Citazioni:

"La croce è una conseguenza inevitabile dell'impegno"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 48)

"Signore, ti chiedo come grazia questo: di non farmi mai sentire indispensabile"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 102)

"Le tristezze, le gioie, le angosce del mondo sono le nostre.
Del mondo, ma dei poveri soprattutto. È questa la nostra 
vocazione: la condivisione diretta di tutto questo con i poveri"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 103)

"La mia gioia è stare con Te, stare con Te nei fratelli miei,
con Te nei «poveri» perché è questa, son sicura, la mia vocazione"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 104)

"Non cessiamo di pregare, non lasciamo mai la preghiera,
qualunque cosa capiti"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 145)

"C'è il tentativo da parte di una ristretta cerchia
di far correre l'uomo invano,
di blandirlo con false libertà,
falsi fini, in nome di un benessere,
di un mostro chiamato capitalismo
e l'uomo viene così preso da un vortice di cose che,
con una cerchia indiretta di effetti,
si ritorce contro se stesso"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 152)

"Aiutami a far vuoto dentro di me,
in questo momento, a far vuoto,
vuoto, vuoto fino a che
più nessun residuo di falsa gloria,
falso io rimanga"
(Sandra Sabattini, Il diario di Sandra, a cura di Nicoletta Pasqualini, Sempre, Rimini 2018, p. 174)

Foto: qui

Commenti