Come pula che il vento disperde

"Chi ama il denaro non è mai sazio di denaro e chi ama la ricchezza non ha mai entrate sufficienti. Anche questo è vanità" (Qoèlet  5,9)
Il nostro orgoglio 
fondato su reddito, proprietà e ruolo
è "come pula che il vento disperde".
Dio, infatti, non ci chiederà
quanto abbiamo incassato,
ma quanto abbiamo speso per gli altri:
in termini di tempo, 
coinvolgimento, 
denaro.
E ci sarà grande stupore.

"Beato l'uomo che non segue il consiglio degli empi,
non indugia nella via dei peccatori
e non siede in compagnia degli stolti;
ma si compiace della legge del Signore,
la sua legge medita giorno e notte.
 
Sarà come albero piantato lungo corsi d'acqua,
che darà frutto a suo tempo
e le sue foglie non cadranno mai;
riusciranno tutte le sue opere.

Non così, non così gli empi:
ma come pula che il vento disperde;
perciò non reggeranno gli empi nel giudizio,
nè i peccatori nell'assemblea dei giusti.

Il Signore veglia sul cammino dei giusti,
ma la via degli empi andrà in rovina" (Salmo 1)

 
Foto: Pixabay

Commenti