Un fiore in cima alla montagna

"Il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore" (Romani 6,23)
Penso
a quel fiore
spuntato
in cima alla montagna,
che nessuno vedrà.
 
Comprendo, così,
che in Dio
la bellezza prevale sull'utilità,
la poesia sull'elaborazione,
la creatività sulla struttura.
 
 
"La rosa è senza perché: fiorisce perché fiorisce,
A se stessa non bada, che tu la guardi non chiede"
(Angelus Silesius, Il pellegrino cherubico, trad. dal
tedesco di Giovanna Fozzer - Marco Vannini, 
San Paolo, Cinisello Balsamo (Milano) 1989, p. 156.


Foto: Pixabay

Commenti

  1. personalmente giungo a questa conclusione ogni volta che vedo un arcobaleno. Una cosa del tutta inutile per le cose, gli animali e wiegli uomini guidati solo da parametri utilitaristici.
    Dio crea le cose anche solo perché siano contemplate da chi ancora ha un anima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è così. L'arcobaleno è una prova meravigliosa della gratuità di Dio.

      Elimina

Posta un commento

Altre informazioni su Privacy Policy e Cookie a piè di pagina.